Disponibile
Teologia e postcristianesimo
Carmelo Dotolo

Teologia e postcristianesimo

Un percorso interdisciplinare

Prezzo di copertina: Euro 26,00 Prezzo scontato: Euro 22,10
Collana: Biblioteca di teologia contemporanea 181
ISBN: 978-88-399-0481-2
Formato: 16 x 23 cm
Pagine: 376
© 2017

In breve

La fede – e la teologia che la interpreta – hanno ancora un futuro? A quali condizioni possono uscire dalla marginalità o dall’irrilevanza? Se l’attuale condizione della cultura è definibile come “post-cristiana”, i credenti hanno comunque una responsabilità: quella di dialogare con il loro tempo. Mentre navigano nella vita insieme agli altri, collaborano a rispondere agli interrogativi e alle attese di ogni essere umano. La sfida è dare risposte significative, incisive, per i contemporanei. Questo libro spiega come.

Descrizione

La fede – e la teologia che interpreta la fede – hanno ancora un futuro? A quali condizioni possono uscire dalla marginalità o dall’irrilevanza? Oggi la riflessione teologica, se vuole frequentare lo spazio pubblico come presenza significativa, all’altezza della situazione, è chiamata a ricalibrare la sua capacità di ascoltare i diversi saperi, di abitarli e di interagire con loro, accettandone le regole del gioco. Lo esige il suo compito, lo esige la condizione di postcristianesimo. Dotolo invita allora alla riscoperta di uno stile teologico in dialogo con le altre scienze (in particolare le neuroscienze), con il pluralismo religioso e con la ricerca di nuove spiritualità. Esercitare un’epistemologia interdisciplinare è la scelta più congrua a una riflessione sulla condizione umana, sulla nostra instancabile ricerca di senso, sulla fatica di individuare un orientamento negli scenari socioculturali contemporanei. Con una consapevolezza: che il magistero della realtà chiede continue sensibilità interpretative e un pensare che non sia ammaliato ideologicamente da letture univoche.
Comunicare l’esperienza della fede è infatti un processo che instaura una tensione con la cultura e con la storia. Comunicare l’esperienza della fede vuol dire sviluppare una dimensione teoretica ed etica, ma anche elaborare linguaggi e pratiche capaci di provocare i vissuti degli uomini e di indurli a interpretarli entro una prospettiva differente: sollecitando in loro una risposta, un percorso di crescita.

Commento

Postcristianesimo
Vuol dire che la situazione del destinatario del messaggio cristiano è completamente cambiata rispetto a ieri. Oggi, smarrite le condizioni tradizionali, l’accettazione di quel messaggio non è più garantita dall’ambiente o da taluni privilegi sociali. C’è una pluralità di offerte di senso, che rende inevitabile congedarsi da alcune forme passate del cristianesimo.