Disponibile
Escatologia nel nostro tempo
Hans Urs Von Balthasar

Escatologia nel nostro tempo

Le cose ultime dell’uomo e il cristianesimo

Prezzo di copertina: Euro 17,00 Prezzo scontato: Euro 14,45
Collana: Biblioteca di teologia contemporanea 183
ISBN: 978-88-399-0483-6
Formato: 16 x 23 cm
Pagine: 128
Titolo originale: Eschatologie in unserer Zeit. Die letzten Dinge des Menschen und das Christentum
© 2017

In breve

Prefazione di Alois M. Haas
Postfazione di Jan-Heiner Tück

Risuonano qui in una prosa potente le riflessioni di von Balthasar, gigante della teologia del XX secolo, sulla “teologia della finitezza” e sull’auspicata futura perfezione delle creature di Dio. In questi due saggi inediti il suo pensiero acquista un’attualità che può sviluppare tutta la sua forza unicamente in riferimento alla libera, sovrana opera creatrice di Dio.

Descrizione

Questo libro riproduce per la prima volta due saggi di un’attualità sconcertante: stesi nel 1955 e mai editi prima d’ora «per motivi non più ricostruibili», oggi vengono pubblicati a cura di un profondo conoscitore dell’opera balthasariana, il teologo svizzero A.M. Haas, e con una documentata e illuminante Postfazione del teologo di Vienna J.-H. Tück.
In queste pagine von Balthasar riesce a delineare una teologia delle cose ultime nel senso di «una teologia della finitezza» (W. Löser). Con l’affascinante forza linguistica della sua prosa teologica, von Balthasar presenta l’insegnamento escatologico della chiesa in alcuni aspetti che segneranno il suo pensiero successivo: risultano decisivi, in particolare, il recupero della centralità di Cristo e della speranza universale, ma anche il riferimento alla teologia della croce e alla “discesa agli inferi”. Quest’ultimo elemento è stato indicato da Joseph Ratzinger come il vero contrassegno del pensiero balthasariano.

«Queste righe vengono consegnate alle stampe, superando le mie esitazioni, unicamente per far risplendere meglio possibile nella dottrina tradizionale della chiesa – dalla quale non ci si deve scostare in alcun punto – la centralità cristologica». Così lo stesso von Balthasar in una sua Prefazione, che concludeva richiamando l’importanza della “discesa agli inferi”: «Chi si rifiuta di guardare in quella profondità difficilmente potrebbe riuscire a sviluppare tutto il concetto di grazia e redenzione che ci è accessibile nella fede».