Disponibile
Dio, la scimmia e il big bang
Jacques Arnould

Dio, la scimmia e il big bang

Alcune sfide lanciate ai cristiani dalla scienza

Prezzo di copertina: Euro 13,00 Prezzo scontato: Euro 11,05
Scarica:
Collana: Giornale di teologia 282
ISBN: 978-88-399-0782-0
Formato: 12,3 x 19,5 cm
Pagine: 160
Titolo originale: Dieu, le singe et le 'big bang'. Quelques défis lancés aux chrétiens par la science
© 2001

In breve

Un saggio documentato e brillante sulle sfide lanciate ai cristiani dalla scienza, in particolare dalle teorie del Big Bang e dell'evoluzione.

Descrizione

Per molti dei nostri contemporanei presenta qualche difficoltà l’accettare la descrizione del mondo così come ce la offrono oggi gli scienziati, in particolare i biologi, eredi di Charles Darwin. I creazionisti – questi fondamentalisti che pretendono che il nostro mondo sia stato creato letteralmente in sei giorni – vogliono imporre la Bibbia come un’autorità decisiva in materia scientifica. Altri, senza essere così estremisti, rifiutano qualsiasi teoria che attribuisca al caso un qualsiasi ruolo in seno al vivente e vanno a caccia della più piccola informazione scientifica che confermerebbe la loro visione deterministica della storia del mondo.
Sullo sfondo di questi duelli e di queste controversie, si delinea una grossa sfida per il credente: superare le sue paure, cercare di comprendere le poste in gioco della visione evoluzionista del mondo e del vivente, per elaborare un discorso sulla creazione che possa veramente rendere conto della speranza cristiana. In altre parole, «rendere a Cesare quello che è di Cesare, per potere invitare Cesare a rendere, a sua volta, a Dio ciò che è Dio» (Dalmace Leroy).
Questo libro vuole innanzi tutto offrire al lettore l’occasione per riflettere sulle sue domande personali (e sulle sue risposte) circa l’origine, il senso e il fine della realtà che è la sua e quella del mondo che lo circonda.