Disponibile
Cattolicesimo
Gerald O’Collins, Mario Farrugia

Cattolicesimo

Storia e dottrina

Prezzo di copertina: Euro 41,00 Prezzo scontato: Euro 34,85
Collana: Biblioteca di teologia contemporanea 133
ISBN: 978-88-399-0433-1
Formato: 16 x 23 cm
Pagine: 440
Titolo originale: Catholicism. The Story of Catholic Christianity
© 2006

In breve

Come è giunto il cattolicesimo, con le sue credenze e le sue pratiche, ad essere quello che è attualmente? Questa vivace presentazione spiega che cosa è tipicamente cattolico, senza perdere di vista gli altri cristiani e le altre religioni. Un’introduzione al cattolicesimo autorevole e accessibile per il lettore moderno.

Descrizione

Come è giunto il cattolicesimo, con le sue credenze e le sue pratiche, ad essere quello che è attualmente? Questa presentazione vivace e leggibile fornisce un’introduzione aggiornata a tale questione, spiegando che cosa sia tipicamente cattolico senza perdere di vista gli altri cristiani e le altre religioni. Gli autori percorrono la storia per sintetizzare le caratteristiche attuali del cristianesimo cattolico e le principali prove che si trova ad affrontare nel terzo millennio. Esponendo le questioni in maniera nuova ed originale, essi rendono giustizia all’eredità cattolica e mostrano che il cattolicesimo è una fede dinamica e vivente. Ben strutturato, altamente informativo e scritto con chiarezza, il libro non elude le questioni scottanti – come il ministero delle donne e il dialogo con le altre religioni – e la parte negativa della vicenda. O’Collins e Farrugia esplorano le sfide che impegnano i cattolici e gli altri cristiani e affrontano le questioni morali contemporanee. Questo libro è un’introduzione al cattolicesimo autorevole e accessibile per il lettore moderno.


«Può essere letto con profitto e godimento come una testimonianza alle grandi verità e ai temi centrali del cristianesimo storico. Un risultato superbo» (Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury).

«Nella loro impressionante rassegna delle tradizioni cattoliche passate e presenti, i padri O’Collins e Farrugia esibiscono un’immensa cultura e offrono una visione complessiva davvero maestosa» (Philip Jenkins, Pennsylvania State University).

Commento

Recensioni

[...] Il libro si conclude con due capitoli (10 e 11) riservati ad una ricapitolazione e sintesi delle caratteristiche fondamentali del cattolicesimo e all'esposizione di alcuni problemi che rimangono aperti e che interpellano la fede cattolica ad un approfondimento e ad una risposta: - l'esigenza della costante conversione a Cristo; - il decentramento e la sussidiarietà nella Chiesa; - il ministero laicale e il ruolo della donna nella Chiesa; - e, infine, il dialogo fra le Chiese e le comunità ecclesiali ed anche fra cristiani, non cristiani e non credenti. È proprio su questi ultimi temi che emerge quello ‘spirito cattolico’ che anima l'intera esposizione dei Padri G. O'Collins e M. Farrugia e che nel principio dell'et-et diventa criterio ermeneutico per illustrare ciò che apparentemente potrebbe sembrare in contraddizione. Grazia e libertà, amore di Dio e amore del prossimo, fede e ragione... e si potrebbe proseguire, sempre grazie al ‘principio di incarnazione’, fanno emergere, insieme, la ricchezza di una Verità non trionfalistica, ma proprio perché ‘crocifissa’, capace di suscitare amore e superamento delle contraddizioni. Tutto questo, il lavoro qui presentato, lo mette bene in evidenza e si può quindi salutare come sintesi opportuna sugli aspetti principali del cattolicesimo in quanto dottrina di fede, ma anche in quanto esperienza concreta di vita, in vista del dono di grazia di Dio che è la salvezza. Esso, infatti, in primo luogo aiuta a focalizzare i ‘luoghi’ essenziali attorno ai quali imperniare la riflessione intorno alla professione di fede che è sempre un atto personale, che chiede di essere approfondito mediante il contributo della ragione. A questo, poi, si aggiunge il merito di aver voluto impostare l'opera non in termini giustificativi o polemici rispetto alle critiche che sono continuamente mosse al cattolicesimo. Infatti, l'attenzione degli autori si è concentrata soprattutto sulla «preferenza ai segni della grazia rispetto alle prove di scandalose mancanze» - come si dice nella Prefazione -, ponendo così le basi per una lettura pacata dei problemi, senza nascondere i limiti, ma puntando all'evidenziare la presenza dello Spirito Santo che continuamente sostiene il cammino della Chiesa. Per tutti questi motivi il libro si può prestare ad essere utilizzato in quei percorsi di approfondimento della fede (all'inizio o alla fine degli studi teologici, o fuori dall'accademia, come presentazione dell'essenza della fede) che tanti cristiani sentono l'esigenza di dover intraprendere, per meglio vivere il loro impegno nella Chiesa e nel mondo.

N. Ciola, in Lateranum 2/2008 pp. 389-393