Disponibile
Vivere nel mondo
Gisbert Greshake

Vivere nel mondo

Questioni fondamentali della spiritualità cristiana

Prezzo di copertina: Euro 21,00 Prezzo scontato: Euro 17,85
Collana: Giornale di teologia 356
ISBN: 978-88-399-0856-8
Formato: 12,3 x 19,5 cm
Pagine: 264
Titolo originale: …wie man in der Welt leben soll. Grundfragen christlicher Spiritualität
© 2012

In breve

Come vivere l’identità cristiana nel mondo? Anziché attardarsi a stilare un elenco di consigli dettagliati o di singole massime operative, G. Greshake – da teologo di lungo corso – propone una riflessione “alta” su alcuni atteggiamenti di fondo della vita cristiana e delinea una “topografia” spirituale sui contesti importanti in cui dare realizzazione alla vita di fede.

Descrizione

Come possiamo e dobbiamo vivere da cristiani nel mondo? All’insegna di questa domanda-guida, Gisbert Greshake propone una riflessione teologica su alcuni atteggiamenti fondamentali della vita cristiana e su luoghi e contesti importanti in cui dobbiamo vivere la nostra fede:
– la questione del senso della nostra vita sulla terra;
– l’ascolto della chiamata di Dio;
– il senso della vita quotidiana e della festa;
– dove e come possiamo trovare Dio nella nostra vita e nel mondo;
– come l’essere umano deve comportarsi con la finitezza della propria vita;
– la preghiera.

Il libro offre, attraverso l’approfondimento di questi temi fondamentali alla base delle diverse spiritualità, un aiuto per realizzare spiritualmente la propria identità cristiana.

Recensioni

«Il libro di Greshake si presenta come una lettura dotta e nutriente delle questioni che ogni persona e ogni cristiano si pone implicitamente.
Il teologo mette tra le nostre mani il connubio tra saggezza vitale e cultura teologica per permetterci di vedere uno stile affascinante e convincente di "vivere nel mondo"».


R. Cheaib, in Zenit.org del 14 maggio 2012

«Greshake è tra i più noti teologi di lingua tedesca del nostro tempo. Conosciuto soprattutto nell'ambito della teologia trinitaria, dell'escatologia e dell'ecclesiologia, ultimamente ha pubblicato alcuni contributi di carattere spirituale, di cui il presente lavoro appare un esempio ben riuscito. Esso nasce dalla raccolta e dalla rielaborazione di una serie di interventi che l'Autore ha tenuto negli ultimi decenni e che si è deciso a mettere insieme perché uniti da una stretta affinità. Emergono nella lettura – e si fanno apprezzare – la solida e chiara impostazione trinitaria e la ricchezza di contenuti, argomentazioni e citazioni che provengono dalla lunga esperienza dell'Autore nella ricerca e nell'insegnamento della teologia dogmatica. È altresì percepibile tutta la profondità di un'accurata riflessione personale attorno alle questioni fondamentali della vita. Non da ultimo, si gradisce molto il linguaggio semplice e scorrevole che ne fa quindi una ottima lettura per ogni persona che desideri vivere e incarnare la propria fede in questo nostro tempo».


G. Molon, in Studia Patavina 1/2013, 260s.

«L’Autore chiarisce subito un aspetto: la fede, oggi come sempre, è da vivere all’interno della storia. Per spiegare questo egli si sofferma su alcuni momenti importanti della vita come la vocazione, la festa e la morte, per giungere alla certezza che "non si è mai cristiani una volta per sempre". Questo è il cuore del libro: la vita cristiana è una relazione nella quale l’uomo è in "ascolto costante del Dio che chiama". Greshake sottolinea con forza che questo rapporto fra Dio e l’uomo non è vago, ma ha dei tratti ben definiti che culminano nella preghiera».


A. Giampietro, in Jesus 5/2013, 97