Disponibile
Una visitatrice scomoda
Yves Congar, Karl Rahner, David Maria Turoldo

Una visitatrice scomoda

Riflessioni sulla malattia

Prezzo di copertina: Euro 8,00 Prezzo scontato: Euro 0,00
Scarica:
Collana: Meditazioni 28
ISBN: 978-88-399-1428-6
Formato: 11 x 20 cm
Pagine: 96
Titolo originale: 1.Pour un bon usage de la maladie - 2. Die Freiheit des Krankem in theologischer Sicht - 3. Cosa pensare e come pregare di fronte al male
© 1993

In breve

Accedi gratuitamente al libro in versione digitale – Download gratuito

Da teologi e pensatori di fama, tre tesi sulla malattia e dalla malattia, sulla libertà e nella libertà, sul sentimento del dramma ma anche con movenze di danza verso il mistero grande che cinge le nostre vite. Perché «Sempre sul ciglio dei due abissi tu devi camminare e non sapere quale seduzione, se dal Nulla o del Tutto, ti abbatterà…».

Descrizione

Yves Congar – Colpito da grave infermità, al teologo alcuni amici chiedono di parlare della malattia. Ne scaturisce un testo di testimonianza di fede, di aiuto prezioso per chi è ammalato e per chi assiste gli ammalati: infermieri, medici, parenti.
Karl Rahner – In questa meditazione, scritta con sentimenti che vengono dalla mente e dal cuore, Rahner affronta il problema della libertà e della sua esperienza nella malattia e nella stessa morte. La scelta del medico, il rifiuto di farmaci e terapie, il diritto di conoscere l’ora della propria morte… sono i momenti in cui una persona domanda a medici, infermieri e amici di essere colui che è sempre stato: una persona libera.
Davi Maria Turoldo – Il notissimo scrittore di spiritualità interpreta le pressanti domande sul dolore. Indica come e perché è possibile pregare con verità. «Io non prego perché Dio intervenga. Prego perché Dio mi dia la forza di sopportare il dolore… Non prego perché cambi Dio, prego per cambiare io stesso, cioè noi, tutti insieme, le cose».