Disponibile
Padre, perdona loro
Anselm Grün

Padre, perdona loro

Le sette parole di Gesù sulla croce

Prezzo di copertina: Euro 14,00 Prezzo scontato: Euro 11,90
Collana: Meditazioni 223
ISBN: 978-88-399-2823-8
Pagine: 152
Titolo originale: Vater, vergib ihnen. Die sieben letzten Worte Jesu am Kreuz
© 2015

In breve

«In questo libro, che è un compagno di viaggio per la Quaresima, desidero interpretare le ultime frasi pronunciate da Gesù in croce come trasformazione delle nostre sette paure di fondo. Le parole di Gesù dalla croce si sovrappongono alle nostre ansie, per trasformare la nostra paura in fiducia. Lui le sovrappone alle nostre ansie, anche perché troviamo il coraggio di affrontare la nostra paura. Soltanto se esaminiamo la nostra paura e avviamo un dialogo con essa, la paura si può trasformare» (A. Grün).

Descrizione

Da secoli, in Quaresima, i cristiani meditano sulle ultime parole che Gesù ha pronunciato dalla croce. Esse, da un lato, sono una sintesi del suo messaggio, un estremo lascito del suo amore per noi (oltre che della sua passione). E non a caso hanno ispirato compositori, pittori e scultori. Dall’altro lato, sono parole che ancor oggi ci toccano nel profondo, ci donano la speranza che, pur a fronte della colpa e della morte, siano possibili il perdono e la guarigione.

Anselm Grün invita a riflettere sulle sette parole di Gesù in croce, collocandole nel contesto della vita moderna. Meditazioni guidate, preghiere, veri e propri esercizi rendono questo libro un compagno ideale per il cammino quaresimale. Addestrano alla libertà interiore e aiutano a penetrare più a fondo nel mistero dell’essere cristiani. Sono utili per risanare il nostro modo di ragionare, per purificare il nostro dire, per dissolvere le paure di fondo che ci portiamo dentro.

Recensioni

L’Autore invita a riflettere sulle sette parole di Gesù in croce, collocandole nel contesto della vita moderna: «In questo libro, che è un compagno di viaggio per la Quaresima, desidero interpretare le ultime frasi pronunciate da Gesù in croce come trasformazione delle nostre sette paure di fondo». Le ultime parole che Gesù ha pronunciato dalla croce sono una sintesi del suo messaggio, un estremo lascito del suo amore per noi, e non a caso hanno ispirato compositori, pittori e scultori. Dall'altro lato, sono parole che ancora oggi ci toccano nel profondo, ci donano la speranza che, pur a fronte della colpa e della morte, siano possibili il perdono e la guarigione.


L. Cabbia, in Rogate Ergo 3/2016

La Quaresima è tempo propizio per un vero rinnovamento, a partire dal dono ricevuto nel battesimo e da un serio impegno di conversione richiesto a ogni cristiano. Partendo da questo duplice filo, padre Anselm Grün, monaco benedettino e apprezzato autore di saggi di spiritualità, invita il lettore a fare un vero e proprio corso di esercizi spirituali della durata di quaranta giorni. Sfondo e sostanza di questa originale forma di «accompagnamento a distanza» sono le sette parole di Gesù in croce, riallacciandosi a una consolidata tradizione spirituale di predicazione. Sono sette brevi frasi che, da un lato, offrono una formidabile sintesi della vita stessa di Gesù e ci parlano del suo amore per noi, e dall'altro toccano le corde più profonde della nostra esistenza, offrendo speranza e guarigione. Il cammino è ritmato, settimana per settimana, da una meditazione, una preghiera e alcune tracce di esercizi.


A. Passiatore, in La Vita in Cristo e nella Chiesa 3/2016

«Affermatosi come uno dei più fecondi scrittori di spiritualità del nostro tempo, il settantenne monaco benedettino Anselm Grün continua a comporre opere che incontrano il favore di un largo pubblico, in quanto capaci di avvicinare la fede cristiana alla vita e ai problemi di ogni giorno, secondo una prospettiva che privilegia la forza gioiosa e rasserenante del Vangelo. Con il libro “Padre, perdona loro. Le sette parole di Gesù sulla croce”, Grün si inserisce nella grande tradizione che ha ravvisato nelle ultime parole pronunciate dal Signore crocifisso un messaggio d’amore infinito. Il lettore viene guidato a comprendere la salvifica bellezza delle parole del Cristo che dona la sua vita per noi: si tratta di parole che aiutano il credente ad affrontare con consapevolezza e serenità le prove della vita, sapendo che il Signore gli è accanto».


M. Schoepflin, in Toscana Oggi 6 dicembre 2015