Disponibile
La questione di Dio fra cambiamento e rottura
Julia Knop (ed.)

La questione di Dio fra cambiamento e rottura

Teologia e pastorale nell’epoca della secolarità

Prezzo di copertina: Euro 39,00 Prezzo scontato: Euro 37,00
Collana: Biblioteca di teologia contemporanea 208
ISBN: 978-88-399-3608-0
Formato: 15,7 x 23 cm
Pagine: 336
Titolo originale: Die Gottesfrage zwischen Umbruch und Abbruch. Theologie und Pastoral unter säkularen Bedingungen
© 2021

In breve

Quella su Dio è una domanda figlia dell’Età moderna, che il Postmoderno ha liquidato come irrilevante. Le riflessioni storiche, sistematiche e pastorali di questo volume svelano i contorni inaspettati e avvincenti che la domanda su Dio attualmente possiede.

Descrizione

Per la nostra generazione, a differenza delle precedenti, la “questione di Dio” non si pone affatto: come domanda rilevante per la vita, sembra sparita dall’orizzonte. Cifra del nostro tempo è diventata, piuttosto, l’indifferenza religiosa.
Ebbene: la teologia e la pratica ecclesiale hanno recepito il cambiamento radicale nella questione di Dio – anzi, il suo smantellamento? Lo rispecchiano in maniera adeguata? Ora che ci siamo lasciati alle spalle persino l’ateismo di protesta, che significato assume il fenomeno dell’indifferenza religiosa per la riflessione sulla fede e la ricostruzione responsabile dei contenuti della fede? Quali richieste devono soddisfare, in un ambiente (post)secolare, l’annuncio del vangelo e la pastorale della chiesa? Quali tradizionali presupposti teologici e antropologici della tematica relativa a Dio, ieri considerati ovvi, devono oggi essere ripensati e se necessario corretti?
Una questione irta di sfide, scandagliate con competenza e acume da venti fra teologi, filosofi e sociologi della religione appartenenti alle migliori università di lingua tedesca. Ne deriva una panoramica completa e molto ben costruita, oltre che di grande attualità, su una domanda che è di sempre.

Commento

Contributi di: Florian Baab, Münster (Germania); Notker Baumann, Fulda (Germania); Rainer Bucher, Graz (Austria); Benjamin Dahlke, Paderborn (Germania); Susanne Gillmayr-Bucher, Linz (Austria); Veronika Hoffmann, Friburgo (Svizzera); Hans-Joachim Höhn, Colonia (Germania); Martin Kirschner, Eichstätt (Germania); Tobias Kläden, Erfurt (Germania); Kurt Koch, Città del Vaticano; Jan Loffeld, Utrecht (Olanda); Friederike Nüssel, Heidelberg (Germania); Gert Pickel, Lipsia (Germania); Dorothea Sattler, Münster (Germania); Michael Schüssler, Tubinga (Germania); Bernhard Spielberg, Friburgo in Bresgovia (Germania); Eberhard Tiefensee, Erfurt (Germania); Robert Vorholt, Lucerna (Svizzera); Jürgen Werbick, Münster (Germania).