Disponibile
La direzione spirituale
Henri J.M. Nouwen

La direzione spirituale

Sapienza per il lungo cammino della fede

Prezzo di copertina: Euro 17,00 Prezzo scontato: Euro 14,40
Collana: Spiritualità 124
ISBN: 978-88-399-1669-3
Formato: 13,2 x 19,3 cm
Pagine: 232
Titolo originale: Spiritual Direction. Wisdom for the Long Walk of Faith
© 2007, 20194

In breve

A cura di Michael J. Christensen e Rebecca Laird

Due studenti di Nouwen ridanno vita al corso di direzione spirituale del loro Maestro, aggiungendovi opportuni scritti inediti: realizzano così l’opera definitiva di Nouwen sulla vita cristiana e sulla trasformazione di se stessi.

Descrizione

La direzione spirituale ci offre l’unica e incomparabile esperienza di avere in Henri Nouwen il nostro personale direttore spirituale, che risponde ai nostri interrogativi sulla vita spirituale nel suo stile saggio, tranquillo e impegnativo. Con la guida di Nouwen possiamo dare un nuovo orientamento alla nostra vita e aprire la porta a una vera trasformazione spirituale.
Henri Nouwen, famoso in tutto il mondo come guida e consulente spirituale, ha compreso la vita spirituale come un cammino di fede e di trasformazione, che viene approfondito nella disponibilità a rendere conto di sé, nella comunità e nelle relazioni con gli altri. Pur avendo consigliato molte persone nel corso della sua esistenza, i suoi principi di direzione spirituale non erano mai stati messi per iscritto. Ora, due dei suoi vecchi allievi, Michael Christensen e Rebecca Laird, hanno preso in mano il suo famoso corso di direzione spirituale, aggiungendovi i suoi scritti inediti, per realizzare l’opera finale del pensiero di Nouwen sulla vita cristiana. Racconti, letture e domande tematicamente organizzate per la riflessione, e un diario guidato scritto offrono un’incomparabile risorsa per la direzione spirituale, sia per singole persone sia per piccoli gruppi.

Recensioni

Chi è un direttore spirituale? Per Henri Nouwen è una persona che «parla con te e prega con te in merito alla tua vita». Nouwen preferiva parlare di «amicizia spirituale» e di «amico dell’anima». Pur avendo scritto un articolo dal titolo La direzione spirituale, il pensiero di Nouwen sul tema è stato più esplicitato nella sua vita che nel suo pensiero. Nondimeno, i curatori della sua trilogia postuma hanno raccolto diversi scritti suoi riguardo al tema della direzione spirituale con il titolo: La direzione spirituale. Sapienza per il lungo cammino della fede, Queriniana, Brescia 20164.

Nel presentare il volume, i curatori riassumono la visione di Nouwen riguardo al tema così: la direzione spirituale è «una relazione intrapresa da qualcuno che è spiritualmente in ricerca e trova una persona di fede matura, disposta a pregare e a rispondere con saggezza e comprensione alle sue domande su come vivere spiritualmente in un mondo di ambiguità e di distrazione».

La direzione spirituale è lo spazio di condivisione del vissuto più intimo con Dio che trasforma la comunicazione umana in uno spazio sacro. Essa «appone un ‘indirizzo’ sulla casa della vostra vita, affinché Dio possa ‘indirizzarsi’ a voi in preghiera. Quando ciò accade la vostra vita comincia a trasformarsi in un modo che non avreste immaginato o pianificato, perché Dio opera in maniere meravigliose e sorprendenti».

Il compito della direzione spirituale passa per tre discipline: la disciplina del cuore; la disciplina del “Libro” e la disciplina della chiesa o della comunità della fede.

Riguardo alla disciplina del cuore essa si basa sulla contemplazione e la preghiera attraverso la quale iniziamo a vedere Dio nel nostro cuore. «È la nostra attenzione al Dio in noi che ci consente di vedere sempre meglio Dio nel mondo intorno a noi». La domanda sulla vita di preghiera è una domanda sullo spazio che lasciamo a Dio nella nostra esistenza.

Riguardo allo sguardo su Dio nel Libro, si intende l’incontro con Dio nelle Sacre Scritture e nella letteratura spirituale. La parola di Dio è alla base della direzione spirituale. La Scrittura ha una parola per ognuno e la direzione spirituale permette di discernere questa parola.

Riguardo all’ultimo elemento, la comunità, Nouwen sottolinea che la vita spirituale non può essere vissuta in solitaria e che la vita spirituale in mezzo al popolo di Dio testimonia della presenza di attiva di Dio nella storia. «L’incontro con un direttore spirituale consente un’esperienza interpersonale della comunità cristiana e dà la possibilità di colloqui centrati sul modo in cui la nostra vita individuale fa parte della grande storia del popolo di Dio».


R. Cheaib, in www.theologhia.com 12/2016