Maryanne Loughry

È una religiosa della Misericordia ed è direttrice associata della sezione australiana del Jesuit Refugee Service, il Servizio dei gesuiti per i rifugiati, con cui è in stretto contatto fin dal 1986, avendo lavorato come psicologa e formatrice nei campi profughi delle Filippine (1988) e nei centri di detenzione di Hong Kong (1990-1993). Ha condotto ricerche, programmi di sviluppo e altre iniziative umanitarie in Medio Oriente, in Africa, nei Balcani, nel Sud-Est asiatico e nel Regno Unito. Da ricercatrice insegna al Centro per i diritti umani e la giustizia internazionale del Boston College (Chestnut Hill/MA, USA) e presso il Centro studi sui rifugiati dell’Università di Oxford (Regno Unito), dove dal 1997 al 2004 ha svolto attività come tutor. Attualmente sta effettuando ricerche su numerosi scenari di conflitto, e non da ultimo sugli effetti psico-sociali delle migrazioni indotte, tra le popolazioni del Pacifico, dal cambiamento climatico. Insignita del prestigioso Ordine d’Australia (Order of Australia), il più elevato titolo onorifico del Paese, è membro del consiglio consultivo del governo australiano per le politiche e i servizi di immigrazione. Collabora inoltre con vari organismi internazionali, tra cui il consiglio accademico del Gaza Community Mental Health Programme (GCMHP) e il comitato direttivo dell’International Catholic Migration Committee (ICMC).
ordinamento ORDINE TITOLO COLLANA PREZZO
Disponibile
Hille Haker, Lisa Sowle Cahill, Elaine Wainwright (edd.) Concilium 3/2011 Il dramma della tratta degli esseri umani Prezzo di copertina: Euro € 16,00