Disponibile
Teologia della malattia
Jean-Claude Larchet

Teologia della malattia

Vie di guarigione nei Padri della Chiesa

Prezzo di copertina: Euro 18,00 Prezzo scontato: Euro 17,10
Collana: Spiritualità 198
ISBN: 978-88-399-3198-6
Formato: 13,2 x 19,3 cm
Pagine: 208
Titolo originale: Thélogie de la maladie
© 2021

In breve

«Ci auguriamo di aiutare i cristiani a situare nel quadro di una relazione con Dio quelle esperienze importanti che sono la malattia e la guarigione. Che cosa infatti rivelano della nostra condizione? Qual è la funzione positiva che esse possono svolgere nella prospettiva della nostra salvezza?».

Descrizione

Queste pagine pongono le basi di una teologia cristiana della malattia, della sofferenza, ma anche della guarigione e della salute. Jean-Claude Larchet realizza una sintesi formidabile e senza precedenti, basandosi sugli insegnamenti originali e fondanti degli antichi Padri della Chiesa, letti sul fondo della sacra Scrittura.
L’autore, filosofo e teologo francese, aspira a dischiudere o a richiamare quelle prospettive che possono aiutare l’uomo e la donna di oggi a comprendere in un’ottica spirituale la malattia e le diverse forme di sofferenza che vi sono collegate. Vuole altresì aiutare a comprendere il senso profondo delle terapie, dei modi di guarigione e della salute stessa, collocando tutto questo in una cornice più ampia di quella generalmente offerta dalla nostra civiltà, che è dominata dalla tecnica e da uno sguardo piattamente orizzontale sull’esistenza.

Recensioni

Nessun organismo è perfettamente sano. La salute è sempre un equilibrio provvisorio tra le forze della vita ed altre forze che vi si oppongono, avendo le prime soltanto una fragile supremazia.
Jean-Claude Larchet è teologo ortodosso, specialista del Padre della Chiesa San Massimo il Confessore.
Con Queriniana pubblica questo testo che pone le basi per una teologia cristiana della malattia, ma anche della guarigione.
«Tutte le malattie ci provocano sofferenza – scrive Larchet nell’introduzione -. La maggior parte ci fanno soffrire fisicamente e psichicamente. Tutte sono occasione di una sofferenza spirituale, perché ci rivelano, a volte crudelmente, la fragilità della nostra condizione, ci ricordano che la salute e la vita biologica non sono beni che possediamo durevolmente, che il nostro corpo, in questa vita, è destinato ad indebolirsi, a degradarsi, e infine a morire. Da questo punto di vista la malattia suscita una serie di interrogativi ai quali nessuno sfugge: perché? perché a me? perché adesso? per quanto tempo? che sarà di me?».
Il testo è suddiviso in 3 sezione:
1a sezione. Alle radici della malattia.
2a sezione. Il significato spirituale della malattia.
3a sezione. Vie cristiane di guarigione.
«Nelle pagine del testo – evidenzia l’Autore – ci siamo sforzati di mettere in evidenza, in una sintesi di cui fino ad oggi non esisteva l’equivalente, le basi di una teologia cristiana della malattia, della sofferenza, ma anche dei modi di guarigione, e della salute stessa, basandoci essenzialmente sugli insegnamenti originali e fondanti della Scrittura e dei Padri». Con queste pagine «vorremmo aprire o richiamare delle prospettive – precisa il teologo ortodosso – che possono aiutare l’uomo di oggi a comprendere la malattia e le diverse forme di sofferenza che ad essa sono legate, ma a comprendere anche le terapeutiche, la guarigione e la salute stessa, in un quadro più vasto di quello generalmente offerto dalla nostra civiltà dominata dai valori tecnici e materiali, e che gli permetteranno di meglio assumerle».


G. Ruggeri, in RecensionediLibri.it 20 luglio 2021