Disponibile
Il decalogo
David L. Baker

Il decalogo

Vivere come popolo di Dio

Prezzo di copertina: Euro 25,00 Prezzo scontato: Euro 21,25
Collana: Biblioteca Biblica 28
ISBN: 978-88-399-2028-7
Formato: 16 x 23 cm
Pagine: 264
Titolo originale: The Decalogue. Living as the People of God
© 2019

In breve

«Questo manuale merita veramente di essere letto, perché esamina la cultura biblica in modo completo ma con tocco leggero e perché riflette magistralmente sull’importanza dei dieci comandamenti nella chiesa e nella società contemporanea» Cristopher J.H. Wright.

Descrizione

I dieci comandamenti, per secoli un pilastro indiscusso della cultura occidentale, in tempi più recenti sono stati oggetto di controversia nell’agorà pubblica. A un esame attento, tuttavia, risultano rivolti in particolare al popolo di Dio: cioè ai credenti. Prova ne sia che, nel racconto dell’esodo, la loro rivelazione sul Sinai è incorniciata da simboli religiosi e motivata nell’affermazione introduttiva: «Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dalla condizione servile».
Sul contesto vitale del decalogo Baker concentra la sua vasta ricerca e la sua riflessione. Inserendo ciascuna delle “dieci parole” nella sua collocazione originaria nel Vicino Oriente antico, ne fa risaltare chiaramente il profilo culturale. La cornice dell’alleanza, poi, illumina il loro significato biblico e teologico. Infine, vedendo ogni comandamento alla luce dell’ambientazione contemporanea, egli mostra come quelle prescrizioni e quei divieti siano culturalmente controcorrente.
Ne risulta un commentario accurato e di ampio respiro sul decalogo, ma anche una guida indispensabile alle “dieci parole” che Dio ha consegnato al suo popolo sul Sinai, facendo luce sul nostro cammino come popolo di Dio.

Recensioni

Il saggio delinea l'intricata rete di interpretazioni delle due versioni dei 10 comandamenti o delle 10 parole (Es 20,1-21, Dt 5,1 -22). L'esame ha tenuto conto del contesto storico e legislativo del tempo della loro redazione, della posizione che occupano nelle Scritture e del contributo critico che offrono al mondo attuale. Quali siano le origini delle due redazioni è questione assai controversa. Origini sacerdotali o profetiche? Le tavole hanno un valore cultuale, ma anche catechistico e legislativo. Sicuramente stabiliscono la distinzione fra giusto e sbagliato verso Dio e verso il prossimo. E anche se queste parole sono rivolte ad adulti, maschi, proprietari terrieri dell'antico Israele, hanno rivestito e rivestono ancor oggi importanza per il singolo e per la comunità universale.


G. Azzano, in Il Regno Attualità 22/2019, 672